The Chants - International Foundation Omraam Villa di Vico Onlus

Go to content

Main menu

The Chants

Activities

The Foundation promotes Choral singing and in particular the collection of sacred songs composed by Peter Deunov, later chosen and made to harmonize for four voices by O. M. Aivanhov. These songs help to maintain and improve one’s overall health, and help the work of harmonization among human beings. These songs and their vibrations also contribute to maintain and strengthen the Light of the world, given that voice is nothing else but vibrations, and these vibrations, when brought to a certain degree of intensity, become Light.

"Singing in a choir is an act of great significance: first of all it is a symbolic work that teaches us how to act and to be of the same mind, how to create harmony with one another, because the fusion of the voices above our heads is a fusion of our souls and our spirits.
In addition, with choral singing we express our desire to embrace the universe, to be in harmony with the whole. And that's why, before singing, you should always persuade your inner self to calm down, to keep all daily worries away, in order to be in harmony with all creatures of the universe and to sing in unison with them.
Finally the habit of singing in four voices is already a reflection, or rather an expression on the physical plane of an exercise that we need to do every day, and many times a day, to create the perfect agreement between our spirit, our soul, our mind and our heart. "

 Omraam Mikhaël Aïvanhov


"Cantare insieme in una corale a quattro voci è una cosa di grande importanza. All'inizio è un riflesso, una espressione nel piano fisico dell'esercizio che dobbiamo fare tutti i giorni, più volte al giorno, per accordare il nostro spirito, la nostra anima, il nostro intelletto e il nostro cuore. Si può comparare le quattro voci - basso, tenore, contralto, soprano - alle quattro corde del violino, dato che il violino è un'immagine dell'uomo: la nota Sol rappresenta il cuore, il Re l'intelletto, il La l'anima, il Mi lo spirito. Il legno del violino rappresenta il corpo fisico e l'archetto la volontà che agisce sui quattro principi del cuore, dell'intelletto, dell'anima e dello spirito. La fusione armoniosa delle quattro voci, o delle quattro corde di uno strumento, ci fa capire che i quattro principi del cuore, dell'intelletto, dell'anima e dello spirito, devono vibrare in armonia nell'essere umano".

 Omraam Mikhaël Aïvanhov


"Quando gli uomini e le donne cantano insieme, le loro voci si innalzano e si fondono al di sopra delle loro teste, donandosi reciprocamente degli elementi di un'estrema sottigliezza.
La voce è impregnata della vitalità degli esseri umani, del loro profumo, del loro magnetismo. Gli esseri sono legati alla propria voce come a un piccolo aquilone che vola legato a un lungo filo di cui tengono l'estremità; e quando cantano insieme, la loro voce li lascia e parte ad incontrare altre voci per fondersi con esse, e in seguito ritorna a loro amplificata e arricchita da tutto ciò che ha ricevuto in quella fusione.
Dunque, attraverso il canto, i due principi ˆ maschile e femminile ˆ fanno prima di tutto un lavoro in alto, nei piani sottili; in seguito, ciò che in questo modo hanno creato ritorna attraverso gli orecchi, e tutti beneficiano di uno scambio casto e divino."

                            Omraam Mikhaël Aïvanhov

Quando cantate tutti insieme, ditevi che non solo avete la possibilità di fare come prima cosa un lavoro su voi stessi, ma anche sul mondo intero! Infatti, l’armonia che create si propaga a poco a poco e va ad influenzare tutte le creature nello spazio. Con una filosofia individualista, con ricerche individualiste, si può forse formare un coro? No, si fa un assolo, ecco tutto. Quando si è in tanti, invece, si forma un coro. Lavorare da soli e soltanto per se stessi non basta. Certo, ognuno deve lavorare individualmente – perché una collettività deve essere formata da individui ben sviluppati – ma senza mai perdere di vista l’interesse della collettività. La nuova filosofia non rifiuta quella antica, quella del perfezionamento individuale, ma il perfezionamento individuale deve sempre poter servire al bene di tutti. Forse non ci avevate pensato, eppure, ecco: il fatto di appartenere a un coro ci dà una lezione per la condotta di tutta la nostra vita. "

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 
 
Back to content | Back to main menu